orecchio

approfondimenti:

aspetti ACUSTICI

esposizione al rumore dei lavoratori

 

Aspetti normativi

La materia è regolamentata da Decreto Legislativo del 10 aprile 2006, n. 195, pubblicato nella G.U. n. 124 del 30 maggio 2006, che integra con il titolo V-bis il DLgs 626/94 che, a decorrere dalla data di sua entrata in vigore, abroga il capo IV del DLgs 277/91 in materia di protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al rumore durante il lavoro.

In base a ciò, il documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del DLgs 626/94 dovrà comprendere anche il rischio rumore,

Limiti di esposizione

Senza entrare nel dettaglio, negli ambienti di lavoro devono essere rispettati i limiti imposti ed in particolare, in base all’esposizione si sono individuate "indici di attenzione" e "classi di appartenenza"; si nota che indice di attenzione e classe di appartenenza non si riferiscono alla postazione di lavoro ma al lavoratore.

 

L’esposizione viene misurata dal parametro Lex,8h espresso in dB(A); questo parametro esprime il valore medio, nel tempo, dei livelli di esposizione al rumore per una giornata lavorativa di 8 ore.

Infatti, semplificando molto, e con le dovute limitazioni, si può dire che essere esposti per molto tempo ad un certo rumore, dal punto di vista della "persona" è "equivalente" ad essere esposti per meno tempo ad un rumore più elevato.

Ad esempio, un lavoratore che lavora per 8 ore in un ambiente con un Lex di 80 dB(A) ha una esposizione L ex8h, di 80 dB(A); questa esposizione di 80 dB(A) è la stessa di un lavoratore che lavora sempre un totale di 8 ore ma: mezza ora in un ambiente con Lex di 65 dB(A), 3 ore in un ambiente con Lex di 69 dB(A), 4 ore in un ambiente con Lex di 82 dB(A), e mezza ora in un ambiente con Lex di 85 dB(A).

Ovviamente, la media è una media ponderata fatta su grandezze logaritmiche (e non una media aritmetica).

Vi sono anche altri limiti da rispettare come ad esempio i valori limite di picco ma in questa sede si sono ricordati solo i "principali".

A seconda del livello di rumore e dell’esposizione si possono o si devono indossare i Dispositivi di Protezione Individuale, come ad esempio cuffie o tappi per orecchie

 

A seconda del livello di esposizione, ciascun lavoratore potrà o dovrà essere sottoposto a controllo da parte del medico competente.

Quanto sopra esposto ha ripercussioni sull’organizzazione del lavora, sulla scelta dei macchinari ed anche sulle caratteristiche dello stabile.

Al di la della scelta di macchinari il più silenziosi possibile, si può intervenire:

  • mettendo schermi fono-assorbenti / fono-isolanti in ECOTEN a delimitazione delle aree più rumorose

  • dove è possibile, costruire schermi fono-assorbenti / fono-isolanti in ECOTEN intorno ai macchinari più rumorosi

  • "Rivestire" le superfici interne dello stabilimento produttivo con materiale fono-assorbente (il problema può essere risolto con prefabbricati industriali in cemento la cui parte fono-assorbente è realizzata in ECOTEN)in un fabbricato con la parte interna fono-assorbente, le minori riflessioni portano ad una diminuzione del livello di rumore all’interno del fabbricato.